Come passare da Oracle e SAP Supporto a un fornitore di terze parti

Come passare da Oracle e SAP Supporto a un fornitore di terze parti

Quando si considera il supporto di terze parti, la preoccupazione principale per molti dei nostri clienti è sempre stata il processo di transizione dal loro fornitore a noi. Comprensibilmente, molti temono che il processo sia lungo, complicato e dispendioso in termini di tempo, compensando i risparmi del supporto di terze parti con i costi delle persone nascoste che una lunga transizione può sostenere.

Con Support Revolution, non è così

Transizione da Oracle/SAP Sostegno a Support Revolution è un processo semplice. Il nostro onboarding è stato al centro di molte testimonianze dei nostri clienti per la sua facilità ed efficienza.

"Support Revolution sono stati in grado di integrarsi perfettamente con la nostra azienda e i nostri processi - lavorare facilmente insieme ai nostri team interni. Il processo di transizione è stato semplice e siamo rimasti molto soddisfatti della qualità del servizio che abbiamo ricevuto negli ultimi anni. "

Gruppo alberghiero Tifco

Siamo orgogliosi del fatto che il nostro processo di onboarding sia:

  • Efficiente, coerente e sicuro: I nostri processi sono entrambi certificati ISO9001 (Qualità) e ISO27001 (Sicurezza delle informazioni), il che significa che seguiamo un processo regolato che è sicuro e di qualità costante.
  • Apri e trasparente: Condividiamo e concordiamo immediatamente un piano di progetto di onboarding e una sequenza temporale con te, introducendo i membri chiave del team e stabilendo comunicazioni regolari con te. Sei pienamente informato in ogni fase del processo senza sorprese.
  • Globale: Copriamo personalizzazioni, precedenti incidenti di supporto, l'archivio patch, i tuoi processi e sistemi - tutto per ottenere una comprensione approfondita della tua organizzazione in modo da poter offrire un servizio veramente personalizzato.

Il nostro processo di onboarding in dieci passaggi

  1. Innanzitutto, ti assegniamo un responsabile di progetto di transizione dedicato ed esperto. Forniranno il piano di progetto e relazioni periodiche sullo stato a tutte le parti interessate attraverso riunioni settimanali di controllo
  2. Successivamente, programmiamo una riunione di avvio. Questo per presentare tutti i team pertinenti, spiegare il processo di transizione in modo più dettagliato e concordare risultati e scadenze
  3. Esaminiamo la tua infrastruttura IT, comprese tutte le istanze e le interfacce di supporto ad altri sistemi
  4. Discuteremo quindi i tuoi piani a termine. Ciò include qualsiasi aggiornamento dell'hardware IT, aggiornamenti del software IT e tutti i moduli da ritirare in modo che possiamo comprendere appieno la tua tabella di marcia
  5. Quindi utilizziamo i nostri strumenti per recuperare la configurazione del sistema e confermare eventuali personalizzazioni in atto. Alla fine di questa fase, dovremmo avere una piena comprensione della configurazione del sistema
  6. Successivamente, esaminiamo tutti gli incidenti aperti che hai riscontrato Oracle e SAPe concordare un piano su quali incidenti verranno trasferiti a noi e quali saranno affrontati dal produttore
  7. Identifichiamo eventuali patch o ultime versioni a cui hai diritto ma che non hai ancora applicato. Assistiamo quindi voi oi vostri partner nell'identificare ciò di cui avete bisogno e memorizzarlo in un archivio
  8. Stabiliamo quindi la connettività VPN in modo che il nostro team possa replicare qualsiasi problema direttamente in un ambiente di test, permettendoci di accelerare la risoluzione dei problemi (anche se possiamo lavorare senza questo se l'accesso non è possibile)
  9. Successivamente, cariciamo tutti gli incidenti aperti sul nostro sistema Remedyforce, fornendo al tuo team l'accesso e la formazione per spiegare come usarlo in modo efficace
  10. Infine, "giriamo l'interruttore" e andiamo in diretta con il tuo servizio di supporto, sostituendo completamente il tuo fornitore

Approfondimento: creazione di un archivio di patch

Una domanda che sentiamo ripetutamente dai clienti è come accedono alle patch del fornitore dopo aver lasciato il servizio di supporto. La risposta è che li aiutiamo a scaricare e creare il proprio "archivio patch", che è la loro copia delle patch a cui hanno diritto ma che non hanno applicato. Questa può essere un'area confusa quando si parte per unirsi a una terza parte.

Il nostro processo è il seguente:

  • Innanzitutto, ti inviamo un questionario di transizione per raccogliere informazioni sulla versione e sul prodotto del tuo software. Questo per aiutarti a determinare quali patch sono necessarie e a cui hai diritto per l'archivio delle patch
  • Quindi useremo il nostro Calcolatore di archivi di patch per determinare il tempo necessario per creare l'archivio di patch, che può essere compreso tra 1 e 3 mesi - questo determinerà la durata totale del processo di transizione
  • Successivamente, ti aiutiamo a selezionare le opzioni per l'archiviazione dell'archivio patch, che può essere sulla tua rete o in un cloud infrastrutturale
  • Una volta determinato questo, possiamo quindi inviarti una guida di download specifica per il tuo software e le tue versioni, che puoi utilizzare per creare il tuo archivio di patch

L'archivio patch si svolge durante l'intero processo di onboarding, ma non ti lasciamo solo a esso, avremo workshop regolari con il tuo team durante la transizione per guidarti attraverso la creazione dell'archivio patch per garantire che sia un processo semplice.

Non sai da dove cominciare?

Il primo passo è compilare il nostro calcolatore di risparmi online gratuito per vedere se siamo in grado di supportare i tuoi prodotti e quanto potresti risparmiare. Una volta completato, ti contatteremo direttamente per parlare delle tue opzioni e comprendere meglio l'organizzazione e la configurazione del software in modo da poter personalizzare ulteriormente il preventivo in base alle tue esigenze.